Ciao! Sono Franco!

 

Chi sono gli imperfetti?

Sono coloro che non corrispondono al modello che l’essere umano ha stabilito come tale.

Mi si permetta questa rifessione dato che appartengo alla categoria dei cosiddetti “imperfetti”.

Pensate  ai doni che avete quando aprite gli occhi al nuovo giorno.

Pensate all’aria che respirate e che grazie a un meccanismo perfetto che lavora anche quando dormite e non siete più coscienti.

Il vostro corpo vive incessantemente, indipendente da voi, dalla vostra volontà, il vostro cuore continua a battere e i polmoni a respirare.   Il vostro corpo ha una sua coscienza che lo fa funzionare anche senza che voi ci pensiate.

Qualcuno dirà che sono gli ormoni a farlo funzionare, indipendentemente dalla nostra volontà”. Certo! ma quegli ormoni chi li ha programmati?

Lo scienziato, forse, risponderebbe che è il cervello a comandare il “tutto”.

Va bene, sì, ma il cervello chi lo ha programmato e formato da funzionare in quel modo?

Il DNA, risponderebbe ancora l’esperto.

Sì, è vero, il DNA, la spiralina che determina tutto nel suo insieme, che sa costruire tutto dal niente… Ma chi ha costituito così fatto il DNA che dagli albori della nostra vita fa sì che un corpo si formi nel ventre materno perfettamente funzionante senza che volontà esterna in nessun modo ne possa determinare la costruzione?

Quando una nuova vita viene concepita, già <sa> autocostruirsi  fin nei minimi dettagli,  indipendentemente dalla volontà propria e della madre che lo ospita nel suo ventre.

Ma… qualcuno potrebbe ancora obiettare ancora dicendo: “sì, ma alle volte nascono esseri imperfetti. E’ la natura che sbaglia?”. E’ vero anche questo ma… attenzione! anche le esistenze di esseri cosiddetti “diversi” hanno un senso, un significato sia per se stessi sia per gli altri.

Non è la Natura che sbaglia ma l’uomo che deve capire.

Siamo esseri pensanti quindi riflettiamo.

Una intelligenza superiore ha programmato tutto ciò, un increato Creatore a cui torneremo ma di cui già facciamo parte. La vita ci serve per scoprirlo.

Tutto ha un suo senso di esistere. Spesso sono gli imperfetti a lasciare orme profonde e indelebili.

Mille uomini perfetti e illuminati lasciano orme, ma molto piu’ profonde saranno quelle degli imperfetti poiché sono doppie, le loro e quelle di chi li accompagna.

Pensiamoci, prima di giudicare troppo frettolosamente.